Tutti i numeri del mercato del libro in Italia nel 2020*

Nonostante la pandemia il mercato del libro tira un sospiro di sollievo. Numeri positivi per il 2020, volano eCommerce e digitale. Preoccupa il predominio di Amazon.

Il mercato del libro italiano resiste a un 2020 difficilissimo per i motivi che tutti ben conosciamo e chiude con un ottimo +2.4% (+2.9 in termini di copie vendute), per un valore complessivo di 1.54 miliardi di euro a prezzo di copertina. Si tratta di una delle migliori performance a livello europeo, altro segnale che fa ben sperare gli operatori del settore.

I dati sono quelli dell’analisi di mercato realizzata dall’Ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (trovate tutto sul sito dell’AIE) in collaborazione con Nielsen, presentati in occasione della giornata conclusiva del XXXVIII Seminario di Perfezionamento della Scuola per Librai Umberto ed Elisabetta Mauri.

eBook e Audiolibri fanno volare il digitale, ma il fatturato lo fa il cartaceo

Se si guarda soltanto al mercato del libro cartaceo la crescita è dello 0,3%, con il digitale che ha contribuito in maniera determinante al +2.4% finale (anche se il mercato a cartaceo vale 1.43 miliardi su 1.54 complessivi, ovvero il 92%).

Gli ebook hanno registrato una crescita del 37% per un valore complessivo di 97 milioni di euro. Gli audiolibri registrano una crescita impressionante: +94% anno su anno, anche se poi il mercato vale complessivamente 17.5 milioni di euro.

Il digitale, grazie a eBook e audiolibri, oggi vale il 7.4% delle vendite complessive del comparto varia. Per quanto riguarda le copie cala il mercato del cartaceo che a fine 2020 registra un -0,8%, compensato però dal +36% in termini di copie fatto registrare dagli eBook.

eCommerce sempre più determinante

Cresce sempre di più il peso dell’eCommerce con le librerie che cedono il passo agli store online. L’eCommerce nel 2020 è arrivato al 43% del mercato (era il 27% nel 2019), ma ovviamente con le librerie chiuse per diversi mesi era un dato inevitabile. Preoccupa il predominio pressoché assoluto di Amazon che ormai è il player di riferimento per gli acquisti di libri (e non solo) online.

Alcune delle slide dell’indagine AIE / Nielsen

Numeri complessivi

Il mercato del libro in Italia vale complessivamente circa 3 miliardi di euro e si conferma la più grande industria culturale italiana. Francia e Germania perdono rispettivamente il 2% e 2.3% in questo difficilissimo 2020, mentre la Spagna cresce dell’1%, così come crescono Regno Unito (+5,5%), Olanda (+7%) e Finlandia (+2%)

I numeri sono dunque tutto sommato positivi, nonostante nel mondo editoriale italiano non si senta altro che pianto e stridore di denti, del resto un vero e proprio classico per l’editoria italiana (mai sentito nessuno, o quasi, dire che le cose vanno bene).

Certo, esiste la criticità delle librerie che sembrano essere sempre più l’anello debole della catena editoriale italiana, ma il problema a mio avviso è più generale. Le librerie infatti stanno vivendo sulla loro pelle la rivoluzione epocale dell’eCommere che interessa tutti i punti vendita fisici, un problema strutturale che non riguarda solo il mondo editoriale ma tutte le attività economiche impostate su questo modello di business.

*L’articolo è stato pubblicato originariamente sulla pagina Linkedin di Giacomo Brunoro, direttore editoriale di LA CASE Books.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...