Da Padova a Los Angeles: 10 anni di successi only digital

LA CASE Books, casa editrice digitale fondata da Jacopo Pezzan e Giacomo Brunoro, festeggia i suoi primi 10 anni di vita.

LA CASE Books è un progetto editoriale nato nel 2010 da un’idea di Jacopo Pezzan e Giacomo Brunoro. Casa editrice specializzata in eBook e Audiolibri, LA CASE Books è presente nei più importanti digital store internazionali con un catalogo che sfiora i 600 titoli in 7 lingue (inglese, italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo e polacco).

DA PADOVA A LOS ANGELES

Entrambi padovani, Pezzan e Brunoro si sono conosciuti sui banchi del Liceo Tito Livio nei primi anni ’90. Un’amicizia che nel corso degli anni si è trasformata in un sodalizio professionale che ha raggiunto l’importante traguardo dei primi 10 anni di attività.

Agli inizi del 2010 infatti Pezzan, che da qualche anno si era trasferito a Los Angeles, capisce che il digitale offre enormi possibilità per l’editoria. Così quando in Italia non era ancora possibile acquistare ebook su iTunes, e Kindle Store era attivo soltanto per il mercato USA, LA CASE Books inizia a pubblicare ebook e audiolibri in italiano e inglese sul mercato internazionale.

“Con la rivoluzione digitale abbiamo assistito alla nascita di tante startup che promettevano miracoli” commenta Pezzan“Dopo un decennio però sono poche le aziende ancora mercato. Noi invece siamo in piena espansione: per il 2020 stiamo producendo una serie di audiolibri originali dal taglio cinematografico. Mi piace dire che la nostra casa editrice ha la testa a Los Angeles e il cuore a Padova: siamo riusciti a far convivere il pragmatismo americano e la creatività italiana”.

UN SALTO NEL BUIO

“Quando Jacopo mi ha proposto quella che sembrava un’idea folle ero appena rientrato a Padova dopo 10 anni a Milano passati a lavorare tra radio, giornali e tv” ricorda Brunoro, “Inutile dire che gli ho risposto subito di sì, affascinato da quel salto nel buio. In questi 10 anni insieme non ci siamo dati limiti, facendo scelte a volte azzardate o bizzarre, ma che ci hanno regalato grandi soddisfazioni. Siamo una realtà editoriale indipendente al 100% : essere piccoli ci permette di muoverci con agilità, ma l’innovazione resta una scelta obbligata in una settore ultracompetitivo come questo”.

“Ogni anno tra settembre e ottobre io e Giacomo ci troviamo qui in California per stendere il piano editoriale per l’anno successivo” continua Pezzan. “Los Angeles è una città decisamente folle, ma è il punto ideale per osservare i nuovi trend del mercato globale, una fonte di ispirazione continua per capire quali storie raccontare. Come nel caso di Pablo Escobar: siamo stati i primi a pubblicare la biografia del narcotrafficante colombiano in ebook in italiano e poi in audiolibro, anticipando la moda dei narcos che ha invaso il mercato sulla scia della serie tv prodotta da Netflix”.

EDITORIA ULTRAPOP

La linea editoriale è volutamente ULTRAPOP: testi di infotainment, per la maggior parte saggi e monografie che si leggono o si ascoltano in qualche ora, con sporadiche incursioni nella fiction. 

“Siamo stati i primi a pubblicare audiolibri dedicati al true crime” sottolinea Brunoro, “con titoli di grande successo in digitale come la storia di Felice Maniero e quelli dedicato ai delitti del Mostro di Firenze e al caso Amanda Knox, che hanno venduto molto sopratutto nel mercato di lingua inglese. Poi sorrido pensando che uno dei nostri long-seller è l’audiolibro del rosario: nell’epoca del digitale e dell’innovazione una preghiera antica e semplice resta un punto di riferimento per tante persone. Anche l’audiobook dedicato ai misteri dell’Area 51 e la biografia di Josef Mengele sono due nostri longseller. Ci sono stati degli esperimenti che non hanno funzionato, come la collana dedicata alla fantascienza e le graphic novel digitali. Mi piace ricordare però la collana POPCORN diretta da Matteo Strukul con cui abbiamo pubblicato autori come Victor Gischler, Hal Duncan e Anthony Neil Smith, ma anche la collaborazione con Altair4 Multimedia, una delle più importanti realtà internazionali per la divulgazione di storia e archeologia attraverso le piattaforme digitali”. 

“Il mercato digitale è in continua evoluzione e questo ci obbliga ad essere sempre agili e dinamici conclude Pezzan. “Tra il 2010 e il 2013 ad esempio gli ebook per noi rappresentavano il 70% del fatturato, oggi invece la proporzione si è ribaltata con gli audiolibri che giocano un ruolo fondamentale. Proprio per questo negli ultimi due anni abbiamo fatto investimenti importanti in questo settore: dagli audiolibri dal taglio teatrale interpretati da Gaetano Marino, a quelli cinematografici realizzati in collaborazione con Kromatica, studio romano che lavora con i doppiatori che siamo abituati a sentire al cinema. Il 3 gennaio è uscito L’incidente di Roswell, il primo audiolibro LA CASE Books degli anni ’20. Siamo davvero curiosi di scoprire quale sarà il nostro primo titolo del 2030, ma per questo dovremo aspettare ancora una decina d’anni…”.

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...