#waccept, 100mila alloggi per rifugiati e profughi da Airbnb. 4 milioni di dollari in 4 anni per l’International Rescue Committee.

Airbnb metterà a disposizione di profughi e dei rifugiati 100mila alloggi investendo 4 milioni di dollari in 4 anni per aiutare l’International Rescue Commmittee:

Oggi ci siamo fissati l’obiettivo di fornire alloggi a breve termine a 100.00 persone che ne hanno bisogno. Inizieremo dai rifugiati, dai superstiti e dai volontari, anche se nel corso del tempo desideriamo dare un aiuto a molte altre categorie di persone. Lavoreremo con gli host della nostra community per fare in modo che chi si trova in queste condizioni possa trovare non solo un luogo dove stare, ma anche una rete sociale dove poter interagire con gli altri, dove sentirsi rispettato e nuovamente parte di una community. Inoltre, Airbnb investirà un totale di 4 milioni di dollari, nel corso di quattro anni, per aiutare l’International Rescue Committee nel far fronte ai bisogni più urgenti dei rifugiati in tutto il mondo.

Negli anni scorsi Airbnb è stata in grado di offrire delle sistemazioni nel corso di 54 calamità su scala globale, così come  ha offerto case gratuite temporanee agli evacuati e a coloro che si sono visti rifiutare l’ingresso sul suolo statunitense dopo il muslim ban lanciato dall’amministrazione Trump.

La campagna #weaccept è aperta naturalmente anche gli host, con un invito a mettere a disposizione per brevi periodi i propri alloggi:

Questo è solo l’inizio, e ci auguriamo tu possa unirti a noi condividendo il tuo alloggio con chi ne bisogno o donando alle organizzazioni che stanno assistendo gli sfollati. Se lo desideriamo, possiamo fare in modo che i bambini di oggi crescano in un mondo diverso, nel quale possano sentirsi accettati per chi sono, indipendentemente da dove si trovino. Perché siamo sinceramente convinti che più ci accettiamo per ciò che siamo e più il mondo può diventare un luogo migliore.

Qui potete leggere il testo integrale del comunicato dei fondatori Airbnb.

 

Annunci