Gli italiani che leggono libri sono sempre di meno, mentre cresce sempre di più il numero di chi legge in digitale e di chi utilizza la rete per acquistare libri

L’Istat ha stilato l’annuale rapporto sulla Produzione e Lettura di libri in Italia. Lo scenario non si può certo dire positivo, con appena il 43% degli italiani che dicono di aver letto almeno un libro nel 2013. In generale i numeri in generale sono in diminuzione, con il settore del libro che è sempre più in difficoltà.

Qui, naturalmente, mi soffermerò sugli aspetti legati alla diffusione degli ebook e della lettura in digitale, (su Sugardaily trovate una mia analisi generale del rapporto)

Rapporto ISTAT 2013 sulla lettura in Italia: gli ebook e la vendita online continuano a crescere

In Italia nel 2013 5 milioni 224 mila persone di 6 anni e più hanno dichiarato di avere letto o scaricato libri online o e-book. Stiamo parlando del 9.1% della popolazione di 6 anni e più e del 17.3% delle persone che hanno utilizzato internet negli ultimi tre mesi. Peccato che non venga differenziata la percentuale di chi ha acquistato libri online e di chi, invece, ha acquistato ebook.

Rapporto ISTAT 2013 sulla lettura in Italia: gli ebook e la vendita online continuano a crescere

La percentuale di titoli disponibili in ebook sale al 21.8% dei libri pubblicati nel 2013, con una crescita dello 0.8% rispetto al 2012. Il numero però cresce al 65.2% se si considerano anche i libri scolastici.

I grandi gruppi editoriali dominano anche nel mondo del digitale con l’84.6% dei titoli. Purtroppo l’80.6% degli ebook pubblicati in Italia nel 2013 sono protetti da DRM. Questa cifra però crolla al 59.4% per quanto riguarda le pubblicazioni dei medi editori e al 35.9% per i piccoli editori. I piccoli e medi editori dunque dimostrano di aver capito meglio le dinamiche della rete abbandonando i DRM.

Rapporto ISTAT 2013 sulla lettura in Italia: gli ebook e la vendita online continuano a crescere

Secondo gli editori la diffusione degli ebook in Italia è rallentata dalla scarsa alfabetizzazione informatica nell’utilizzo delle nuove tecnologie seguita dall’immaterialità del libro digitale. Se gli editori si sforzassero di fare ebook tecnicamente migliori e a un prezzo più sensato forse questi problemi potrebbero essere in parte superati, ma questa è la mia modestissima opinione.

Rapporto ISTAT 2013 sulla lettura in Italia: gli ebook e la vendita online continuano a crescere

É molto interessante notare che il 5,2% delle persone che hanno dichiarato di non avere a casa nessun libro ha però letto o scaricato libri online o e-book. Siamo di fronte dunque alla prova concreta che il digitale favorisce la lettura nelle fasce che abitualmente non leggono, oltre a far presa tra i lettori forti.

Rapporto ISTAT 2013 sulla lettura in Italia: gli ebook e la vendita online continuano a crescere

I giovani tra i 20 ed i 24 anni sono i maggiori lettori di ebook e, contrariamente a quanto accade per i libri cartacei, a leggere in digitale sono per la maggior parte maschi.

Rapporto ISTAT 2013 sulla lettura in Italia: gli ebook e la vendita online continuano a crescereConcludiamo con le aspettative degli editori sull’impatto che gli ebook avranno sull’attività e sul mercato editoriale nei prossimi anni: i grandi editori sono i più ottimisti, seguiti dai piccoli editori. Un po’ più scettici i medi editori con un 19.8% di intervistati che crede che la diffusione degli ebook avrà addirittura un impatto molto o abbastanza negativo sul mercato editoriale.

Annunci