La guerra tra i grandi colossi editoriali continua a colpi di contratti di esclusiva.

Proprio in un’ottica di questo tipo si inserisce la nuova mossa di Amazon: James Bond, l’agente segreto più famoso di tutti i tempi, non sarà più al servizio di Sua Maestà ma al servizio di James Bezos.

Il settore Publishing dell’azienda di Seattle infatti ha reso noto di aver acquistato una licenza decennale di esclusiva per pubblicare negli Stati Uniti i 14  libri di 007 scritti da Ian Fleming, sia in formato cartaceo che in formato digitale.

L’accordo è stato siglato direttamente con gli eredi di Fleming che si erano posti come obiettivo quello di promuovere al meglio i romanzi di 007 tra il pubblico giovane e cioè tra quel pubblico che conosce le avventure di James Bond soltanto per averle viste al cinema.

La carta vincente della proposta di Amazon è stata quella di poter offrire uno sfruttamento globale del merchandising legato alle opere di Fleming: libri, dvd, ebook e colonne.

L’operazione Fleming segna sicuramente il primo passo della strategia di conquista del mercato fisico da parte di Amazon, che grazie al suo Kindle Store è già leader per quanto riguarda le vendite digitali.

Annunci