Lo Spid e le due Italie digitali

Lo Spid e le due Italie digitali nei dati dal rapporto Censis 2021 sui consumi mediatici degli italiani durante la pandemia.

Complessivamente, quasi la metà della popolazione italiana (il 48,7%) ha già attivato l’identità digitale Spid, dato che emerge dall’ultimo rapporto Censis sui consumi culturali degli italiani durante la pandemia.

Questo dato, peraltro, è destinato a crescere in maniera esponenziale con l’entrata in vigore dell’obbligo della Spid per accedere a un’enormità di servizi.

L’ampia oscillazione dei dati è però la spia di divari sociali e territoriali che pesano ancora molto, perché le maggiori resistenze o difficoltà di accesso sono concentrate in alcune aree del Paese e in alcuni specifici segmenti socio-demografici: le percentuali più elevate si registrano nelle grandi aree metropolitane (59,5%) e tra le persone dotate di titoli di studio più alti (tra i diplomati e i laureati si supera abbondantemente la soglia della metà: si sale al 61,6%), mentre i picchi più bassi, rispetto alla media nazionale, si riscontrano al Sud (40,2%) e tra gli anziani (32,1%).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...