La Authors Guild ha lanciato una class action contro il progetto Google Books che potrebbe costare al colosso di Mountain View qualcosa come 3 miliardi di dollari

Se i giudici daranno ragione alla Authors Guild, che con le associazioni di fotografi e di grafici ha lanciato una class action contro il progetto Google Books, l’azienda di Mountain View potrebbe essere costretta a sborsare la bellezza di 3 miliardi di dollari.

Il problema è quello annoso del copyright: secondo l’Authors Guild infatti Google Books infrange sistematicamente le leggi sul diritto d’autore, anche se uno dei giudici ha già espresso una serie di perplessità sull’azione legata mossa contro Google, dicendo che «Il progetto di Google potrebbe essere in realtà un beneficio per molti autori, aiutando soprattutto gli scrittori che rimangono più nell’ombra».

Personalmente condivido in pieno questa posizione e credo che Google Books (che come al solito per quanto riguarda l’Italia sposta ancora numeri bassissimi) sul lungo periodo possa rappresentare un enorme beneficio per gli autori che però, come tutte le categorie consolidate, si oppongono in maniera ideologica ad ogni cambiamento dello status quo.

Poco male, ci penserà la selezione naturale.

Annunci