Sta spopolando in rete un video realizzato dalla Leo Burnett in cui si ironizza sulle differenze tra carta e digitale. Il video è fatto molto bene, fa sorridere ma, a mio avviso, ha completamente sbagliato il suo obiettivo.

Certo, si sorride di fronte alla divertente (e un po’ scontata) scena finale, ma il messaggio che emerge da tutto il video è che l’unica cosa che la carta ti permette di fare in più rispetto al digitale è pulirsi il sedere: siamo sicuri che sia questo un messaggio positivo per chi vuole difendere la carta?

Personalmente credo che confrontare carta e digitali i termini di “è meglio la carta no è meglio il digitale” non solo sia inutile, ma che sia addirittura dannoso, dato che l’unico confronto sensato e costruttivo oggi è “l’uno e l’altro”.

Confrontare carta e digitale per stabilire quale sia migliore è una guerra tra poveri che spinge solo al ribasso, peggio ancora avere l’ansia da competizione nei confronti del digitale ogni volta che si parla della carta e viceversa.

Chiaro che il video qui è realizzato per pubblicizzare della carta igienica, e quindi ci sta il senso dello spot, ma vederlo girare online da gente che lo utilizza per magnificare le sorti della carta mi lascia francamente perplesso.

Annunci