La SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori) ha annunciato un accordo di licenza con Rdio, società che mette a disposizione dei suoi utenti un  servizio di musica in streaming sul web e su mobile.

Rdio lanciato nel 2010 da Janus Friis, uno dei creatori di Skype, ha sede a San Francisco ed è già affermato negli USA, Canada, Brasile, Australia e Nuova Zelanda, mette a disposizione del suo pubblico un catalogo di pi di 18 milioni di brani pubblicati da major e da case discografiche indipendenti per mezzo di un web browser o in mobilità.

L’accordo è valido per tutta l’Europa e garantisce  la tutela diretta del repertorio italiano da parte della SIAE in Germania, UK, Spagna e Portogallo, in cui il servizio è già attivo dall’anno scorso.

Gli utenti che hanno sottoscritto il servizio in abbonamento potranno ascoltare la loro musica anche offline, mentre il servizio in streaming prevede 2 tipi di abbonamento mensile: il primo costa 4.99 euro e consente l’accesso via web, il secondo invece costa 9.99 e garantisce un accesso illimitato attraverso qualsiasi device.

“Questo accordo di licenza mette in luce l’impegno crescente e convinto della SIAE a sostegno dei servizi musicali legali – ha commentato Manlio Mallia, Vice Direttore Generale della SIAE – Noi intendiamo assicurare in ogni modo possibile lo sviluppo del mercato digitale italiano, che è in crescita lenta ma stabile, come mostrano gli incassi della SIAE per la multimedialità nel 2012. Siamo fiduciosi che questa tendenza potrà essere confermata e rafforzata nel corso di quest’anno e ci aspettiamo che Rdio dia un contributo alla crescita”.

Questo accordo rafforza la nostra aspirazione ad essere il miglior streaming music provider in Europa – ha dichiarato Scott Bagby, Vice Presidente Strategic & International Partnerships di Rdio – Siamo entusiasti di portare il nostro servizio in nuovi territori, in Italia in particolare, e di partecipare alla crescita del mercato musicale digitale, offrendo ai fan la possibilità di scoprire la musica italiana e conoscere le novità dei loro artisti preferiti”.

“Rdio è il servizio musicale innovativo, che intende reinventare il modo in cui il pubblico scopre e ascolta la musica e condivide i suoi interessi musicali – si legge in una nota SIAE – Consentendo l’accesso on-demand a oltre 15 milioni di canzoni, Rdio connette il pubblico con la musica e facilita l’accesso a canzoni, album artisti e playlist personalizzate, senza messaggi pubblicitari. Si può scoprire in tempo reale cosa ascoltano gli amici, le persone con gusti simili e gli artisti e comunicare attraverso Twitter e Facebook. Si può creare una raccolta di musica che sarà disponibile ovunque, dal web a casa o in macchina, dal tablet e dal telefonino, anche offline”.

Annunci