Anche la Marvel sbarca nel mercato digitale generalista: finora infatti i Marvel-fan potevano scaricare i fumetti della “casa delle idee” attraverso l’applicazione ufficiale nell’App Store, ma ora gli albi della casa editrice che ha creato veri e propri miti come l’Uomo Ragno e Hulk sono disponibili anche su iBooks Store.

L’operazione però, per quanto riguarda la sezione italiana dello store, sembrerebbe alquanto mal gestita: per prima cosa non sono disponibili titoli in italiano (credo che il problema sia dovuto all’annosa questione dei diritti), e poi è francamente imbarazzante il fatto che vengano pubblicizzati i “Romanzi Grafici Marvel”. 

Sospetto che si tratti di una penosa iniziativa tutta Made in Italy di iTunes per agganciarsi alla moda imperante delle graphic novel (sic!), anche se poi di fatto qui non si tratta assolutamente di graphic novel ma di fumetti seriali. Siamo di fronte comunque ad una polemica tutta italiana (a questo proposito vi consiglio di leggere il bel post di Marilù Oliva nel suo blog Libro Guerriero) e che interessa più il mondo del fumetto che quello dell’editoria digitale in sé.

Si parte con alcuni dei nomi più tosti della casa editrice statunitense, e cioè con Spider-MaX-Men, Hulk e, naturalmente, The Avengers, dato che il film dedicato al super-gruppo per eccellenza del mondo Marvel sarà senza dubbio l’evento dell’anno.

Ecco perché su iBooks Store il numero 1 di Avengers è disponibile in download gratuito. Da un punto di vista tecnico niente di nuovo sotto il sole, un classico fumetto in formato ebook con le pagine che scorrono via semplicemente e con la possibilità di ingrandire i vari dettagli. Restano molto più interessanti e, soprattutto, molto più leggibili, i comics digitali venduti tramite l’app dedicata della Marvel, dove tra l’altro sono anche più economici.

Credo che però l’obiettivo di questa proposta editoriale, per lo meno in questa prima fase, sia quello di valorizzare il catalogo dato che vengono proposti per lo più volumi antologici che raccolgono cicli più o meno celebri (a occhio e croce si tratta dei volumi che in Italia sono stati pubblicati con le varie operazioni in collaborazione tra Panini e RCS).

Annunci