Il servizio Antitrust della Commissione Europea ha aperto un’indagine formale per verificare se Apple sta violando i principi di concorrenza e di mercato per quanto riguarda gli ebook. Il sospetto è che l’azienda della mela abbia creato un cartello di prezzi e accordi commerciali con cinque editori internazionali che operano all’interno dell’area europea nel mercato dell’editoria digitale.

Il commissario europeo alla Concorrenza Joaquin Almunia dunque vuole vederci chiaro e colossi editoriali come Hachette Livre, Harper Collins, Simon & Schuster, Penguin e Verlagsgruppe Georg Von Holtzbrinck ora sono al centro di un’indagine che si preannuncia molto approfondita.

L’accusa è quella di aver dato vita ad un cartello per far salire i prezzi degli ebook su iBooks Store, il portale di vendita di ebook presente all’interno di iTunes. 

Ma la situazione per i grandi protagonisti del mercato digitale non è tanto rosea neppure negli Stati Uniti dato che è stata avviata recentemente una class-action proprio su queste tematiche ed è figlia dello scontro all’ultimo ebook in atto tra Amazon e Apple.

Il nodo della questione è che i grandi store online si sarebbero accordati con i più importanti gruppi editoriali stringendo accordi che di fatto hanno poi impedito agli altri editori di competere ad armi pari.

Annunci