Kindle Fire, il nuovo tablet di Amazon, balza subito in vetta alle vendite nel portale della società di Seattle. Probabilmente un risultato del genere ha sorpreso lo stesso Jeff Bezos: in casa Amazon erano sicuri che il nuovo Kindle Fire avrebbe venduto bene, ma probabilmente in pochi avrebbero scommesso su un exploit di questo livello.

Sicuramente le vendite sono state favorite dallo scoccare del celebre “black friday”, il giorno che segna ufficialmente l’inizio dello shopping natalizio negli Stati Uniti. Al momento non esistono ancora dati ufficiali ma Amazon ha già detto che si tratta di “nuovi milioni di utenti”, giusto per capire che si sta parlando di cifre molto pesanti.

Senza dubbio il segreto di un successo del genere sta nella credibilità che Amazon si è guadagnata presso i suoi clienti, dato che comunque il Kindle non è certo un tablet top di gamma. Un altro punto fondamentale è il prezzo tutto sommato contenuto del Kindle Fire: il modello di businnes di Amazon infatti non si basa tanto sulla vendita del tablet ma sul fatto che una volta acquistato il KF l’utente diventerà ancora più probabilmente un cliente di Amazon, aumentando il traffico di vendite dell’intero portale (stessa cosa successa con il Kindle che ha fatto esplodere il mercato degli ebook su Amazon).

Inoltre, fattore da non sottovalutare, oggi come oggi essere in home page su Amazon significa diventare di colpo visbili a milioni di utenti in tutto il mondo, fattore che aumenta in maniera esponenziale non solo vendite di un prodotto dato che l’utente che si connette ad Amazon è già in partenza orientato ad acquistare.

Annunci