Ormai è ufficiale: per ogni 100 libri di carta (tascabili e hardcover) venduti Amazon vende 105 ebook. E questo escludendo gli ebook in download messi a disposizione dal colosso di Seattle. Il Kindle, il lettore digitale di Amazon, è nato soltanto nel 2007 ma è già diventato il punto di riferimento per i milioni di utenti di Amazon, che ormai hanno dimostrato di preferire il libro digitale a quello tradizionale.

Purtroppo la situazione in Italia è ancora molto diversa a causa della miopia e della chiusura dei grandi gruppi editoriali, che con le loro politiche stanno palesemente cercando di rallentare il più possibile lo sviluppo del mercato digitale. Evidentemente quello che è successo alla case discografiche non ha insegnato nulla ai grandi gruppi editoriali italiani: “nessuno comprerà mai musica in mp3”, ripetevano convinti i discografici sul finire degli anni ’90. Com’è andata a finire lo vediamo tutti.

Per saperne di più:

Annunci