Proprio quando nessuno se l’aspettava Microsoft spiazza tutti ed entra di peso nel mercato dell’editoria digitale con una mossa destinata a far discutere.

Il colosso informatico di Rendmond infatti ha investito 300 milioni di dollari nel settore ebook della catena di librerie Barnes & Noble. Il tablet di B&N, Nook, è senza dubbio l’e-reader più diffuso negli Stati Uniti dopo il Kindle e con questa mossa è prevedibile che Nook prenda ancora più piede.

Da mesi si sta parlando di una separazione netta da parte di Barnes & Noble tra mercato fisico e mercato digitale.

Nei mesi scorsi la “guerra degli ebook” tra Amazon, Apple e Barnes & Noble è stata piuttosto serrata ma, fino ad ora, si era giocato sempre sul piano dei contenuti con contratti di esclusiva o con boicottaggi reciproci.

Con questa mossa, come scrive il Wall Street Journal, Microsoft deteiene il 17,6 per cento nella nuova società frutto della partnership. Una delle prime conseguenze dell’accordo tra le due aziende sarà l’inclusione di un’applicazione Nook in Windows 8, atteso entro la fine del 2012 e che potrebbe segnare una svolta pesante nella guerra dei device.

Questa alleanza commerciale ad ogni modo non è certo frutto del caso, dato che da mesi le due società erano in forte attrito su questioni legate alla proprietà intellettuale di molti brevetti. Con questo accordo comunque il ricorso in tribunale intentato da Microsoft a Barnes & Noble cade definitivamente e si aprono le porte per scenari nuovi e senza dubbio molto interessante.

. Microsoft aveva infatti portato in tribunale la catena di librerie accusandola di avere violato alcuni dei suoi brevetti. Ma, trovato l’accordo, le due aziende hanno annullato il ricorso in tribunale.

William Lynch, amministratore delegato di Barnes & Noble, ha infatti dichiarato che “l’investimento di Microsoft e la nuova collaborazione ci permetteranno di espande il business”. 

Annunci