1. Senza carta l’editore non ha costi
I costi dell’editoria cartacea sono fortemente sbilanciati verso la produzione, il trasporto e lo stoccaggio fisico dell’oggetto libro (stampa, magazzino, logistica…) […]

2. Senza carta l’editore non ha bisogno dei distributori
È il sogno segreto di ogni editore indipendente: liberarsi dal giogo della distribuzione per creare reti comunicative e commerciali dirette, senza mediazioni economicamente oppressive, tra sé e i propri lettori […]

3. Senza carta l’editore non ha bisogno delle librerie
L’integrazione tra dispositivi, aggregazione di contenuti e canali di vendita profila un orizzonte in cui il ruolo tradizionale della libreria tenderà necessariamente a entrare in crisi, non a causa degli editori digitali ma delletrasformazioni globali della filiera economica editoriale […]

Leggi tutto l’articolo di Simone Bedetti nel blog “L’evoluzione spontanea delle credenze culturali”.

Annunci