Ho letto il vostro post a proposito dell’uso degli ebook nei college americani. In Italia qualche esperienza del genere è già in atto. Ad esempio in alcuni atenei: nella facoltà di Economia dell’Università di Padova oppure all’Università della Tuscia. Molti progetti si stanno attivando anche nella scuola (si veda ad esempio il portale degli editori Scuolabook).

Adottare un libro digitale, però, non vuol dire solo fruire i contenuti su un nuovo supporto. Così come non basta introdurre le tecnologie se non vi è un’adeguata formazione dei docenti, sia sull’uso degli strumenti sia sui metodi d’insegnamento. Con gli ebook, infatti, la didattica andrebbe riorganizzata per competenze chiave, come raccomanda anche l’Unione Europea, rivoluzionando i rapporti docente-alunno, docente-docente, alunno-alunno.

Leggi tutto l’articolo su Ehi Book sul sito del Corriere della Sera

Annunci