Art Spiegelman, vincitore del premio Pulitzer con il fumetto Maus, ha rilasciato una lunga intervista a Publishers Weekly (la trovate qui) in cui parla del futuro del libro.

L’analisi di Spiegelman è molto interessante perché, invece di lanciare i solti strali preconcetti contro gli ebook l’autore statunitense punta la sua analisi sulle specificità della carta rispetto al digitale.

Inutile fare guerre di religione sui formati, il cambiamento (se ma avverrà) sarà di fatto naturale in funzione di quella che potremmo definire selezione naturale: “direi che in futuro il libro si userà per ciò che funziona al meglio in forma di libro”, ha detto Spiegelman.

Questa frase, nella sua meravigliosa semplicità, chiude di fatto ogni inutile dicussione su libro e ebook, sul fatto che uno sia meglio dell’altro, sul fatto gli ebook “uccideranno” i libri di carta e bla bla bla bla…

Annunci