Mamma, ho perso il filtro (editoriale)!

In conclusione, resta sempre valida la legge di Sturgeon: Il 90% di ciò che viene pubblicato è spazzatura. E come sempre sarà compito del lettore accorto scegliere in maniera oculata.
Senza dimenticare che libri come la Bibbia, l’Eneide o la Divina Commedia erano tutte “autopubblicazioni”. La letteratura ha prosperato per millenni senza case editrici e continuerà a esistere anche dopo la scomparsa (o marginalizzazione) degli editori e dei libri cartacei.